Telefono: +39 3920075344 - +39 05211802157   E-mail: gemology@spaemotions.it  

  It   |   En  |   Fr

Rubino

Varietà rossa della famiglia del Corindone, il Rubino è una Gemma regale ricca di Cromo. Una delle funzioni principali di questo Oligoelemento è il metabolismo dei lipidi. Il Cromo migliora gli effetti dell’insulina, aiutando a regolare i livelli di zucchero nel sangue. Promuove anche l’azione di numerosi enzimi necessari per il corretto funzionamento del corpo. Sulla pelle, regola il sebo metabolizzando i lipidi. È particolarmente indicato per la pelle grassa o la pelle con squilibri sebo. Il Cromo che si trova nel Rubino aiuta a dissipare l’antiestetico lucido della pelle e a ripristinare un’incarnato radioso.

Simbolismo

Il Rubino corrisponde da sempre a nobiltà e virtù. La storia del Rubino è avvolta dal mistero e dalla magia, segno che nessun popolo sia rimasto immune al suo fascino. I testi puranici narrano che Surya, il Dio-sole rubò il sangue di Bala, un demone dotato di grandi poteri, per vagare tra i cieli e rivestirli del suo splendore. Il re dell’isola Sri Lanka, Ravana, preso dall’invidia per la magnificienza del Dio-sole, volle placarne il volo. Colto alla sprovvista, Surya fece cadere il sangue del demone in una distesa d’acqua. Da quel momento le sue rive si riempirono di pietre preziose di un rosso acceso e penetrante, luminose e potenti come Surya. Il rubino è presente anche negli antichi testi indiani con il nome di Kuruvinda (da cui deriva la parola Corindone). Gli antichi greci, invece, chiamavano le Gemme rosse “ántrax”, ovvero carbone vivo, infatto credevano che esposte al calore, le pietre preziose assumessero il colore dei carboni ardenti, con una potenza ed uno splendore pari a quello del sole. Un’altra leggenda, germanica, narra infatti che l’eroe Sigfrido sconfisse i Nibelunghi con la sua Burgundi, un magnifica spada con l’elsa tempestata da lucenti Rubini. Grazie a questo racconto mitologico il Rubino diventa simbolo di potere, vittoria e longevità. In India la Gemma è un potente talismano che infonde linfa vitale e immortalità. Infine, nel Medioevo, il Rubino era collegato alla divinazione, perchè si diceva cambiasse colore all’incombere di disgrazie e catastrofi. Nello stesso periodo la Gemma assumeva anche il ruolo di amuleto di buon auspicio e altamente protettivo e veniva chiamato “rubeus” (rosso), radice del suo nome attuale.

Si trova in questi prodotti

Questo sito web utilizza i cookies tecnici e di profilazione per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l\'autenticazione e altre funzioni. Ti invitiamo ad accettare per proseguire nel sito web. Privacy Policy and Terms & Conditions